Pronto, signorina Xxx?

“Pronto, signorina Xxx? Buongiorno! La chiamo dall’agenzia sbrlajfnan – nome SEMPRE pronunciato in modo incomprensibile, non ho sbagliato a scrivere! – di Milano” senza interruzioni la voce prosegue: ” La chiamavo… ma diamoci del tu! Ti chiamavo per proporti un lavoro a partire dunque da ehm (voce rotta per un secondo, poi slancio di coraggio) per domani alle 9.00. Paga 70 netti ma oggi pomeriggio devi passare qui a ritirare dei flyer promozionali. Sono circa 10.000 se vieni in macchina è meglio”

Giuro, io questo modo di lavorare non lo capirò mai. Capisco l’agenzia che si trova in difficoltà e ti chiama all’ultimo, non capisco invece per quale assurdo motivo, se loro hanno bisogno di una mano “in fretta” debbano fare correre me da una parte all’altra della città con 10mila flyer in macchina.

Intendo dire: tu, Agenzia, sei in torto marcio perchè non puoi pretendere che una ragazza mai vista prima, che non ti ha mai sentita nominare (e dunque non sa se lavori seriamente e paghi o meno), che generalmente ha anche una vita a parte rispetto a quella del magico mondo delle promozioni, si faccia in quattro per risolverti il problema abbandonando tutto per venire a prendere dei flyer da te, così, all’improvviso, per una perdita di tempo totale di: minimo 2 ore per venire da te a ritirare i flyer e tornare (facendo una media delle battute, dei sorrisi, dei grazie e degli “aspetta un secondo sono subito da te” e del tempo di percorrenza casa-agenzia-casa) più un’intera giornata a distribuire i flyer per un totale di 10 ore, quindi 7euro l’ora da cui vanno tolte le solite spese di panino, biglietti mezzi pubblici, benzina e parcheggio (E’ una legge: non ci sono parcheggi gratuiti nei dintorni di una qualunque Agenzia!! Ergo almeno 1 o 2 euro partono nell’operazione parking.)

Il bello è che, quando rifiuti, se la prendono a morte! Come sempre.

Non capisco perchè non propongano MAI di incontrarsi sul luogo della distribuzione per darti i materiali direttamente in mano il giorno del lavoro.