Sesso, donne, lavoro: attenzione ai maniaci!

Questa sera mi sento particolarmente prolifica, motivo di ciò è il servizio che ho visto poco fa su Italia uno, alle Iene. L’avete visto?

Parlava di un’agenzia (e stavolta lo scrivo con la lettera minuscola!) di Roma, che proponeva alle hostess servizi di “accompagnamento” per politici e VIP, con tanto di prova in itinere in sede di colloquio.

Sarò più chiara: il ragazzo che faceva le selezioni, oltre alle solite domande – peraltro fin troppo indagatorie! – su peso, altezza e misure passava a domande più esplicite, riguardo a ipotetiche situazioni intime che potevano venirsi a creare tra la hostess/promoter e la persona per cui presta servizio.

La domanda era: “Se lui si toglie i pantaloni, tu come reagisci? Sai, non mi devi far fare brutta figura!”

Ho riflettuto su come avrei potuto reagire io: lo avrei accompagnato in lavanderia! Oppure, come Bisio, avrei chiamato l’89.24.24, alla ricerca di una sartoria che fa riparazioni rapide!

La domanda che ora faccio io a voi è: secondo voi, la riparazione, per cosa la cerco??

Il mio giudizio? Questo modo di fare, decisamente, non mi piace. Pollice basso per agenzie di escort mascherate da agenzie di hostess e promoter. Trovatevi di meglio da fare che noi hostess abbiamo già i nostri problemi!!!!

Ragazze, ricordatevi sempre: se mai vi venisse la sventurata idea di lavorare come promoter, hostess, modella (lo so, io non sarò mai una modella!) nessuna agenzia seria vi chiederà mai prestazioni sessuali per farvi lavorare!!! Non fatevi prendere in giro! Non dovete scendere a compromessi, non serve!  😉

Promoter, promoter… Ho un’urgenza!

Stamattina mi sono svegliata stranamente sul tardi – ergo dopo le 7! – e alle 8.30 mi apprestavo a fare colazione.

Non ho fatto in tempo a inzuppare la torta nel caffè, che il mio i-phone ha iniziato a squillare (eh, sì, noi promoter abbiamo tutte almeno un i-phone o un blackberry… per essere sempre in contatto e mantenere le relazioni! Ma di questo parleremo nel prossimo post!).

Già il nome sul display non era dei più incoraggianti: “Sconosciuto”. Di solito sono le telefonate peggiori, quelle da “Sconosciuto”. Un viaggio verso l’ignoto, sai quando inizia ma non sai come e quando finirà.

E infatti era… Un’Agenzia! Avevano urgente bisogno di un’hostess da “SUBITO!” fino alle 18.00, perchè una loro ragazza non si era presentata e “Sai com’è, è un’urgenza… Dai, preparati, ok?! Mi raccomando, carina-curata-femminile-elegante- VE-LO-CE!!” .

Ora, posso anche sorvolare sull’orario della telefonata, sul fatto  che ero ancora in pigiama e  fremevo dalla voglia di mangiare la mia fetta di torta (che a sua volta fremeva per essere inzuppata nel caffè), posso sorvolare sulla voce della Signorina, particolarmente acuta ed irritante, posso sorvolare sulla Signorina, maleducata e sgarbata, ma c’è una cosa su cui non ho potuto fare a meno di obiettare: il cachet!

Riflettiamo: loro perchè io mi ingozzassi, mi vestissi di corsa, mi infilassi in un tubino, mi facessi un’ora di autobus (senza rimborso spese!) per raggiungere la location della promozione, 8 ore lì in piedi, per mangiare un panino in 30 minuti di pausa (pagato da me!) più un’altra ora per tornare a casa, loro proponevano un compenso di 50euro!

Riflettiamo: 50 euro, togliamo 2 euro di biglietti dell’autobus, 5 euro di panino e bibita. Supponiamo di prendere almeno un caffè, che essendo la promozione da svolgere in centro costa 2 euro. Ecco, abbiamo già speso, solo così 8 euro.

Aggiungiamo a questo che il lavoro verrà pagato a 60gg fine mese.

Dunque: una giornata d’inferno, un’investimento di 8 euro, per un guadagno netto di 42 euro (ammesso che mangi un solo panino!) che vedrò tra 60gg – quindi sul momento spendo 8 euro per lavorare… La mia risposta? NO!!! TROVATEVENE UN’ALTRA CHE VOGLIA LAVORARE SOTTOPAGATA PER VOI.

Ragazze, 42/8 fa poco più di 5 euro l’ora!

Voi al posto mio cosa avreste fatto? 😉